Consultazioni Anagrafiche Online
Elenco Siti Tematici

Consiglio Online







Calcolo IUC 2017 
 

 

 


 Portale Lavoro e Formazione

 


  

 


 


 

 

 

Modulistica

SERVIZI DEMOGRAFICI

 

La Legge di Stabilità (Legge n. 183 del 12/11/2011), ha apportato importanti modifiche al Testo Unico D.P.R. 445 del 28/12/2000: dal 1 gennaio 2012 si impone alle pubbliche amministrazioni di accettare dagli utenti solo dichiarazioni sostitutive di certificazioni.
Come stabilito dalla Direttiva del Ministro per la Pubblica Amministrazione e della Semplificazione n. 14 del 22 dicembre 2011, infatti, gli enti pubblici, così come i gestori di servizi pubblici, non possono più richiedere agli utenti alcun tipo di certificazione che contenga informazioni in possesso di un altro ufficio pubblico. Sono gli stessi utenti, invece, a dover produrre autocertificazioni per dimostrare stati personali o fatti.
Le certificazioni rilasciate dalla pubblica amministrazione in ordine a stati, qualità personali e fatti sono valide e utilizzabili solo nei rapporti tra privati. Nei rapporti con gli organi della pubblica amministrazione e i gestori di pubblici servizi i certificati e gli atti di notorietà sono sempre sostituiti dalle autocertificazioni o dalle dichiarazioni sostitutive dell’atto di notorietà.
 

AUTOCERTIFICAZIONE (dichiarazioni sostitutive di certificazioni disciplinate dall'art. 46 del DPR 445/2000)
Le autocertificazioni consentono al cittadino di sostituire a tutti gli effetti ed a titolo definitivo, attraverso una propria dichiarazione sottoscritta, certificazioni amministrative ossia documenti rilasciati da una amministrazione pubblica avente funzione di ricognizione, riproduzione o partecipazione a terzi di stati, qualità personali e fatti 
CONTENUTI IN ALBI, ELENCHI O REGISTRI PUBBLICI O COMUNQUE ACCERTATI DA SOGGETTI TITOLARI DI FUNZIONI PUBBLICHE.
I certificati che possono essere sostituiti, quindi, da una dichiarazione in carta semplice e senza necessità dell'autentica della firma purché corredati da una fotocopia del documento di identità del sottoscrittore. La mancata accettazione dell'autocertificazione da parte di una pubblica amministrazione costituisce violazione dei doveri d'ufficio.
Di seguito sono allegati i più ricorrenti modelli di autocertificazione.

- DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DI CERTIFICAZIONE
- DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA CONCERNENTE LA COMPOSIZIONE DEL NUCLEO FAMILIARE
- DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DI ESTRATTO DI ATTO DI STATO CIVILE

DICHIARAZIONI SOSTITUTIVE DELL'ATTO DI NOTORIETÀ (disciplinate dall'art. 47 del DPR 445/2000)
L'atto di notorietà concernente stati, qualità personali o fatti che siano a
DIRETTA CONOSCENZA DELL'INTERESSATO
ed è rappresentato da una dichiarazione resa e sottoscritta dal medesimo. Se tale dichiarazione deve essere resa ad un privato, la firma del sottoscrittore deve essere autenticata alla presenza del funzionario incaricato con l'apposizione di una MARCA DA BOLLO di Euro 16,00.  

- DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DELL'ATTO DI NOTORIETA'
- DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA ATTO NOTORIETA' PER USO SUCCESSIONE


CAMBIO DI RESIDENZA IN TEMPO REALE:
ISTRUZIONI PER L’USO
Il 9 Maggio 2012 è entrato in vigore il decreto di semplificazione (D.L. n.5/2012) che introduce importanti novità in materia di
- trasferimento della residenza da altro comune o dall’estero
- trasferimento della residenza all’estero
- costituzione di nuova famiglia/convivenza o modifiche nella composizione della famiglia
- cambiamento dell’abitazione (all’interno del medesimo Comune)
Categoria: Per il Cittadino
I cittadini italiani e stranieri che intendono trasferirsi o creare una nuova famiglia, devono farlo presentando al comune una dichiarazione ENTRO 20 GIORNI dal verificarsi dell’evento, compilando e sottoscrivendo i moduli predisposti ed allegando la documentazione richiesta.
La dichiarazione, completa di quanto necessario, puo’ essere consegnata al comune di Abano Terme:
- personalmente, presso l’Ufficio Anagrafe in Piazza Caduti, 1 negli orari di apertura al pubblico
- via posta ordinaria, presso Comune di Abano Terme Piazza Caduti, 1 35031 ABANO TERME (PD)
- via fax, allegando documento di identità di ciascun dichiarante e tutti gli altri documenti necessari, al numero 049/8600499
- via mail, utilizzando una casella di Posta Elettronica Certificata del dichiarante ovvero una casella di posta elettronica semplice allegando dichiarazione, copia dei documenti di identità ed altri documenti necessari acquisiti mediante scanner, all’indirizzo del Comune : abanoterme.pd@cert.ip-veneto.net oppure protocollo@abanoterme.net
L'Ufficiale d'Anagrafe provvederà all’iscrizione anagrafica entro 2 giorni lavorativi dal ricevimento della dichiarazione (salvo che la stessa sia priva di elementi essenziali quali la sottoscrizione o la copia del documento di identità), dando immediata comunicazione al comune di provenienza per la corrispondente cancellazione.
Nei 45 giorni successivi, si procederà ad effettuare i controlli su quanto dichiarato: qualora si verifichi la mancanza dei requisiti e pertanto la falsità delle dichiarazioni rese, il Comune inoltrerà denuncia all’autorità giudiziaria ed il cittadino riceverà una comunicazione dei motivi ostativi all’accoglimento dell’istanza con l’assegnazione di 10 giorni per regolarizzare o controdedurre; decorso tale termine, l'Ufficiale d'Anagrafe procederà a ripristinare la situazione anagrafica precedente.
Ove la verifica vada a buon fine, al decorso dei 45 giorni il trasferimento si considererà confermato.
ATTENZIONE: dal 29 marzo 2014 (D.L.28/3/2014 convertito in Legge 80 del 23/5/2014) è in vigore una norma che dichiara nulle le iscrizioni anagrafiche da parte di chi occupa un immobile senza averne titolo. Allo stesso modo chi occupa un’immobile abusivamente non puo’ chiedere l’allacciamento ai pubblici servizi (luce, acqua, gas)  Per questo motivo alla richiesta di trasferimento della residenza va allegata la documentazione che dimostri il titolo del richiedente sull’immobile (atto di proprietà, di affitto, di comodato, di usufrutto ecc), la quale puo’ essere sostituita con una dichiarazione sostitutiva dell’atto di notorietà (si veda modulistica a seguire)  del proprietario dell’immobile o della persona che lo occupa.
Di seguito, i modelli per la dichiarazione e le istruzioni per la presentazione della stessa: 

- DOCUMENTAZIONE DA ALLEGARE ALLA DICHIARAZIONE DI RESIDENZA PER L’ISCRIZIONE ANAGRAFICA DI CITTADINI APPARTENENTI ALL’UNIONE EUROPEA
-
DOCUMENTAZIONE NECESSARIA PER L’ISCRIZIONE ANAGRAFICA DI CITTADINI EXTRA U.E.
- DICHIARAZIONE DI RESIDENZA            (DA ALTRO COMUNE, DALL'ESTERO, ALL'INTERNO DELLO STESSO COMUNE, PER ALTRO MOTIVO)
- DICHIARAZIONE DI TRASFERIMENTO DI RESIDENZA ALL’ESTERO
- DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA SUL TITOLO DI OCCUPAZIONE DELL'IMMOBILE

 

MINORI DI 14 ANNI IN VIAGGIO ALL'ESTERO
UN' UTILE GUIDA PER I GENITORI DI MINORI DI 14 ANNI
Nei primi mesi dell’anno è stata introdotta un’importante norma riferita ai bambini che devono intraprendere un viaggio nella Comunità Europea: i minori di 14 anni devono viaggiare accompagnati dai genitori o da adulti autorizzati.
Nel caso siano accompagnati dai genitori, oltre alla carta d’identità del bambino è necessario esibire un estratto dell’atto di nascita in cui siano riportati i nomi dei genitori. L'estratto viene rilasciato dal comune in cui è stata dichiarata la nascita del bambino.
In alternativa, la carta d’identità del bambino deve riportare, a tergo, il nome dei genitori o di chi esercita la potestà genitoriale.
Nel caso in cui i bambini siano accompagnati da altri adulti sarà necessaria una specifica autorizzazione rilasciata dalla Questura di Padova.
Se dovete far viaggiare i vostri bambini fuori dalla Comunità Europea, occorre richiedere l’emissione del passaporto alla Questura di Padova. Prima di intraprendere un viaggio con figli minori di 14 anni si suggerisce di contattare l'Ufficio Anagrafe del Comune di Abano Terme per verificare la regolarità dei propri documenti.
Sono entrate in vigore il 4 giugno 2014 le nuove regole sulla dichiarazione dei cittadini italiani minori di 14 anni che viaggiano con persone diverse dai genitori. In questo caso è necessaria anche per i viaggi fuori dall’Unione Europea la “dichiarazione di accompagnamento”, valida per un singolo viaggio e per un tempo massimo di 6 mesi, da produrre o in forma di documento cartaceo o in forma di iscrizione sul passaporto del minore stesso. In entrambi i casi è necessario rivolgersi alla Questura di Padova. Maggiori informazioni sul sito http://www.poliziadistato.it/articolo/191

- DICHIARAZIONE DI ASSENSO PER L'EMISSIONE DELLA CARTA DI IDENTITA' RILASCIATA AD UN MINORE

RICHIESTA DI ATTRIBUZIONE DI NUMERO CIVICO

L'apposizione del numero civico ad ogni accesso dell'immobile è obbligatoria. Terminata la costruzione dell'immobile o dei lavori che hanno comportato le modifiche agli accessi dell'immobile, il proprietario presenterà la richiesta di attribuzione del numero civico. E' necessario allegare alla domanda il disegno dell'immobile.

- DOMANDA DI ATTRIBUZIONE DI NUMERO CIVICO

 

ISTANZA PER L'ISCRIZIONE NELLO SCHEDARIO DELLA POPOLAZIONE TEMPORANEA

- DOMANDA PER L'ISCRIZIONE

STATO CIVILE - PUBBLICAZIONI DI MATRIMONIO

- DOMANDA PER PUBBLICAZIONE MATRIMONIO (RESIDENTI - PDF)
- DOMANDA PER PUBBLICAZIONE MATRIMONIO (RESIDENTI - DOC)

- DOMANDA PER MATRIMONIO CIVILE (NON RESIDENTI - PDF)
- DOMANDA PER MATRIMONIO CIVILE (NON RESIDENTI - DOC)

SCRUTATORE DI SEGGIO ELETTORALE

I cittadini iscritti nelle liste elettorali del Comune ed in possesso dei requisiti di idoneità possono chiedere, entro il mese di novembre di ogni anno, di essere iscritti nell'albo delle persone idonee all'ufficio di scrutatore di seggio elettorale.
L'elettore resta iscritto fino a quando non perde i requisiti previsti dalla legge o chiede di essere cancellato.
Per poter essere iscritti all’albo occorre compilare un’apposita domanda da trasmettere all’ufficio Protocollo del Comune di Abano Terme anche a mezzo fax (049/8600499). Alla domanda dovrà essere allegata una fotocopia del documento di identità.
SCARICA LA DOMANDA
 
Requisiti di idoneità
1.                Aver assolto agli obblighi scolastici;
2.                essere iscritto nelle liste elettorali del Comune di Abano Terme;
3.                non presentare cause di incompatibilità previste dall'art. 38 del D.P.R. 30.03.1957 n.361 e dall'art. 23 del D.P.R. 16.05.1960 n.570: essere dipendente dei Ministeri dell'Interno, delle Poste e Telecomunicazioni, dei Trasporti, appartenere alle Forze armate in servizio, essere medici funzionari dell'Ulss, dipendenti comunali comandati a prestare servizio presso l'ufficio elettorale.
 
 
 
PRESIDENTE DI SEGGIO ELETTORALE
 
I cittadini iscritti nelle liste elettorali del Comune di Abano Terme ed in possesso dei requisiti di idoneità possono chiedere, entro il mese di ottobre di ogni anno, di essere iscritti nell'albo delle persone idonee all'ufficio di presidente di seggio elettorale.
Il responsabile dell'ufficio elettorale comunale esamina l'idoneità e i requisiti dei richiedenti e inoltra l'elenco degli ammessi alla Corte di appello di Venezia.
L'iscrizione resta valida fino a quando il presidente della Corte di appello ne dispone la cancellazione per la perdita dei requisiti previsti dalla legge.
Entro il 20° giorno prima delle consultazioni elettorali, la Corte di appello di Venezia nomina i presidenti di seggio tramite sorteggio dall'albo.
L'incarico diventa obbligatorio per le persone designate salvo grave impedimento da comunicare all'ufficio elettorale (fax 049 8245296) entro le 48 ore dalla notifica della nomina o appena si verifica un evento di forza maggiore che rende impossibile tale adempimento.Il rifiuto non giustificato è soggetto ad una sanzione amministrativa da € 206 fino a € 516.
Per poter essere iscritti all’albo occorre compilare un’apposita domanda da trasmettere all’ufficio Protocollo del Comune di Abano Terme anche a mezzo fax (049/8600499). Alla domanda dovrà essere allegata una fotocopia del documento di identità.
SCARICA LA DOMANDA
 
Requisiti di idoneità
1) Essere in possesso del diploma di scuola media superiore;
2) essere iscritto nelle liste elettorali del Comune di Abano Terme;
3) non avere più di 70 anni di età;
4) non presentare cause di incompatibilità previste dall’art. 38 del D.P.R. 30.03.1957 n. 361 e dall’art.23 del D.P.R. 16.05.1960 n. 570 (essere dipendente dei Ministeri dell'Interno, delle Poste e Telecomunicazioni, dei Trasporti, appartenere alle Forze Armate in servizio, essere medici funzionari dell'Ulss, dipendenti comunali comandati a prestare servizio presso l'Ufficio elettorale).